mercoledì 15 febbraio 2017

Nascosti dalle email #2

Gionno a tutti! 
Come potete vedere dal titolo, oggi vi ripropongo la seconda puntata di “Nascosti dalle email”. Sono felice di poter proseguire in questo progetto! 
Per chi approdasse qui per la prima volta, vi spiego in breve di cosa si tratta. 

Spesso noi blogger vi proponiamo le interviste degli Autori che gentilmente si prestano alle nostre domande un po' ripetitive. Oppure, vi presentiamo nuovi Blogger che devono rispondere a delle domande bislacche create apposta per farli conoscere ma anche per ridere un po'. 
Insomma, in un modo o nell'altro, vi parliamo sempre di persone che o scrivono libri o che parlano di libri. 
Io però, voglio intervistare tutte quelle persone che invece fanno da tramite tra noi e gli scrittori. In pratica, in questo angolino vi presenterò gli addetti agli uffici stampa (e non solo) e tutte le personcine che gestiscono i vari social per una Casa Editrice. 

Oggi, continuiamo leggendo le risposte di Maddalena Contini, Responsabile Digital Marketing Edizioni Piemme, Mondadori Ragazzi, Sperling&Kupfer, Frassinelli.
(una persona moooolto impegnata!)



- Grazie per essere qui con noi. Partiamo da qualcosa di semplice. Da quanto tempo fai questo lavoro? 
Grazie a voi; ho iniziato a fare questo lavoro nel 2012.

- Quanto è complesso gestire tutti i contatti che avete tra noi Blogger ed i Giornalisti? 
Con una buona organizzazione delle liste di contatti direi che il più è fatto, occorre naturalmente poi manutenere queste liste, aggiornando ogni dettaglio.

- C’è un modo particolare con cui vengono scelti i Blogger con cui collabori?
La prima cosa è fare chiarire quali sono gli obiettivi della comunicazione, una valutazione del target di riferimento e quindi selezionare la lista; A seconda degli obiettivi si possono struttura attività diverse con i singoli blog.

- Tu parli e promuovi libri. Leggi anche quelli delle altre Case Editrici? 
Certamente, è molto importante conoscere la concorrenza, quindi sì leggo molto anche di altre case editrici, insieme cerco anche informazioni dei piani marketing e dei lanci che fanno.

- Domanda spinosa. Cosa ne pensi delle persone che rivendono i libri che hanno ricevuto in regalo o che hanno vinto grazie ad un giveaway?
Io non lo farei, perché penso che un libro, sia un bene , e penso anche a chi me lo ha regalato e al motivo.

- Meglio avere un libro digitale o cartaceo? 
Io leggo in entrambi i formati, quando viaggio in treno (io sono una pendolare) preferisco il formato elettronico, ma di alcuni autori voglio avere anche il cartaceo.

- Parli spesso di libri quando non lavori? 
Purtroppo non quanto vorrei.

- Immagina di dover cambiare lavoro. Quale sceglieresti?
Se dovessi cambiare lavoro credo che mi piacerebbe fare formazione, poter trasmettere ad altri le cose che ho imparato sul campo. 

- Il libro più bello che hai letto nel 2016 e che consiglieresti ad un lettore “forte”
I due libri che più mi sono piaciuti sono I custodi di slade house di Mitchell, Edizioni Frassinelli, e Sette storie per sette omicidi di Marlon James, anche se è uscito nel 2015.

- Una cosa che vorresti cambiare nel mondo dell’editoria italiana?
Io credo che noi editori dovremmo essere sempre più attenti a capire cosa i nostri lettori vogliono, ascoltare i loro commenti, le loro opinioni e cercare di fare il meglio per poterli accontentare. Piemme poi con la produzione per bambini ha ancor di più un compito importante, cioè quello di far innamorare i giovani lettori della lettura stessa, cosa non facile.

- Raccontaci un aneddoto divertente che ti è successo sul lavoro.
Avrei qualcosa da raccontare per ogni giorno che trascorro lavorando in ambito digitale, ma le cose più divertenti sono quando assisto a presentazioni con i bambini, una meraviglia dopo l’altra.

- Quali sono i tuoi Hobby?
Non ho un hobby particolare, mi trovi a fare tante cose.

- Il tuo proposito per il futuro?
A dire il vero ne ho molti, sia a livello lavorativo che a livello famigliare; sul lavoro credo che lo sforzo che io insieme ai miei collaboratori dovremmo fare è continuare a diffondere sempre più una cultura digitale soprattutto di ascolto della rete, così da poter davvero instaurare uno stretto rapporto tra noi e i lettori.


Se avete voglia di scoprire le risposte di Giulia Manzetti (che lavora alla Garzanti), potete trovare QUI il primo post!
Vi aspetto il prossimo mese e nel frattempo, buone letture!

1 commento:

  1. Un'altra puntata interessante di questa rubrica. La questione di avvicinare i bambini alla lettura è molto importante, una bella responsabilità scegliere i formati e i contenuti più adatti da proporre perché fin da piccoli ci si appassioni ai libri.
    Grazie Noemi e Maddalena.

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Ambassador

Ambassador

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *