martedì 13 febbraio 2018

Fandom

Titolo: Fandom: Saresti disposta a morire per la tua storia preferita?
Autore: Anna Day 
Pagine: 514
Prezzo: € 15.90
Uscita: 6 febbraio
Finalmente il gran giorno è arrivato, Violet è pronta. Pronta per incontrare gli attori che hanno portato sul grande schermo il suo romanzo preferito, La Danza delle forche. Violet lo sa recitare a memoria, ne conosce ogni battuta. Se potesse esprimere un desiderio, chiederebbe di poterci vivere dentro ed essere Rose, la protagonista perfetta. Dovendo fare i conti con la realtà, Violet si accontenta di presentarsi all'evento come cosplayer di Rose e mettersi in fila per l’autografo dei suoi idoli. Soprattutto per quello dell’attore che interpreta Willow, l’eroe più bello di sempre – darebbe ogni cosa per far colpo su di lui. Proprio nel momento in cui il ragazzo si complimenta con lei per il suo costume accade qualcosa di inaspettato. Un terremoto. Urla. Il buio. Violet riapre gli occhi e qualcosa è cambiato. Le guardie corrono ovunque impazzite. Ma è solo quando un proiettile colpisce Rose e la ragazza cade a terra esanime che Violet capisce. Capisce che adesso non è più solo a un evento in costume per appassionati di fantasy. Adesso quella è la realtà. Adesso lei è dentro la storia e la protagonista del suo romanzo preferito è appena morta. Violet ora può fare solo una cosa: prendere il suo posto, ripassare le battute e vivere la storia fino alla fine… E sperare che tutto vada come è stato scritto.
Scarabocchio: Settimana scorsa è uscito Fandom ma tra una cosa e l'altra, voglio parlarvene oggi.

La storia parla di Violet, una lettrice accanita e perdutamente innamorata del del libro La Danza delle forche. Vorrebbe assomigliare alla protagonista, perché si sente sempre un'imbranata e poco coraggiosa. Desidera ardentemente vivere la storia d'amore che viene raccontata, vorrebbe proprio esser lì con i personaggi che ha ormai imparato a conoscere.
"Ci sono due grandi tragedie nella vita. La prima è desiderare ciò che non si può avere...la seconda è ottenerla". Oscar Wilde 
Così, durante il Comicon, quando con le amiche ed il fratellino stanno per incontrare l'attore che interpreta Willow, per colpa (o forse no) di un terremoto, tutti finiranno nel libro tanto osannato.
Riusciranno ad uscirne vivi?

Tutti sogniamo di poter vivere nel libro o nel film che tanto ci piace.
Tutti però, pecchiamo di ingenuità.
Violet, Nate, Katie e Alice pensano che il loro arrivo in quell'universo non comporti nessun cambiamento nella storia e così, sanno che per uscirne vivi dovranno arrivare fino alla fine. Eppure, ci sono già dei piccoli cambiamenti, cosine che solo un'occhio allenato può cogliere ma quanto può essere sottile la linea che passa tra intuito e pazzia?
Violet deve prendere il posto della sua eroina per compiere il destino ma proprio non riesce a rimaner impassibile davanti alle novità, come il passato di Ash, che nel libro non c'era. Nella settimana che le è concessa per fare quello che deve, esce spesso dai binari, cambiando il corso della storia.
Il suo futuro è in bilico.

Trovo che il libro sia più agghiacciante che romantico o d'ispirazione.
Violet scopre di aver dentro di se una gran forza ed un gran spirito di sacrificio per le cose che ama ma credo che di fondo, il vero punto, sia il loop che i personaggi del libro devono vivere per l'eternità. L'agghiacciante momento in cui alcuni di loro si accorgono di questo ciclo infinito, dell'esasperazione nel vivere sempre e solo quella storia, la ciclicità obbligatoria chiusa in una settimana.

Anna Day è stata molto brava a sviluppare la storia e sopratutto a fare un finale tragico ma giusto. Ammetto di esser soddisfatta della lettura!


Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)